Issuelist in Excel

Usare una “issuelist” aiuta nel tracciare i problemi, i relativi tempi di risoluzione, le responsabilita delle attivita’ e permette di avere una rapida visione dello stato di un progetto.

Questa versione e’ stata fatta con Excel 2003, contiene un po’ di formattazione condizionale e di filtri automatici per rendere immediato il filtro per stato/data/responsabile.

Annunci

GANTT con Excel

Il solito David Seah ha creato un template in excel (2003 e 2007) relativo alla creazione di un simplice GANT.

Come tante persone, me compreso, ritiene che usare Microsoft Project sia spesso lo strumento non ideale per la creazione di semplici GANTT.

L’impatto visivo del suo template e’ certamente migliore rispetto a Project, la sua “pulizia” ed “essenzialita’” diventano pero’ un forte limite nel caso di pianificazioni complesse.

Ho lavorato un po’ sul suo template, che potete trovare qui all’interno del suo blog, e ho creato questo GANTT per l’anno 2008 includendo le festivita’ Italiane. Il file contiene due sheet in quanto Excel 2003 ha un limite di 256 colonne, i primi sei mesi sono quindi nel primo sheet mentre i successivi sei sono nel secondo.

Screenshot GANT 2008

Come per il calendario compatto vi chiedo di condividere con me i vostri commenti e segnalarmi eventuali modifiche che avete apportato (saro’ felice di linkare qui le vostre versioni).

Calendario compatto 2008

Inauguro il blog parlando di uno strumento che e’ entrato a fare parte della mia quotidianita’ lavorativa, il calendario compatto.

Il si tratta di un semplice file Excel che puo’ essere usato per fare macro pianificazioni o per pianificare piccoli progetti.

Calendario compatto 2008

Questo utilissimo strumento e’ stato creato dal David Seah, sul cui sito troverete molti altri strumenti interessati alcuni dei quali verrano trattati su questo blog nelle prossime settimane.

Il file puo’ essere utilizzato in formato digitale o stampato. Il calendario e’ concentrato sulla parte sinistra in modo da lasciare spazio per annotazioni a penna o per annotazioni elettroniche magari utilizzando lo riempimento colorato delle celle per visualizzare meglio l’importanza di alcune date.

Insomma, potete utilizzare questo file come meglio credete e questo e’ senza dubbio uno dei suoi punti di forza.

Il mio consiglio e’ di avere sempre con voi una copia stampata del file, per prendere appunti durante una riunione o per “visualizziare” un piano prima di dettagliarlo.

Il file puo’ essere scaricato qui mentre sul post originale di David Seah potete trovare link a numerose localizzazioni.

Vi chiedo di condividere con me i vostri commenti e segnalarmi eventuali modifiche che avete apportato (saro’ felice di linkare qui le vostre versioni).